Confapi Perugia si scioglie e nasce l'Associazione piccole e medie imprese dell'Umbria

Confapi Perugia si scioglie e nasce l'Associazione piccole e medie imprese dell'Umbria

I vertici giustificano così la scelta: "Ci ha spinto la volontà di costruire un sano progetto comune che veda la nostra regione protagonista e con essa le piccole e medie imprese". il 25 ottobre la presentazione del nuovo progetto

Svolta anticrisi per le imprese umbre aderenti a Confapi, che dall'ultima assemblea dei soci, riunitasi nei giorni scorsi a Perugia, hanno deciso di riunirsi nella nuova Associazione piccole e medie imprese dell'Umbria. Il cambiamento ha comportato, di conseguenza, l'uscita dal sistema Confapi, considerato non più adeguato alla rappresentanza delle Pmi aderenti.
"L'esigenza, diffusamente percepita, di riqualificare la rappresentanza datoriale, - si legge in una nota della nuova Associazione - ci ha visto impegnati con coraggio e coerenza affinché i tanti buoni propositi dei quali quotidianamente si legge o si discute diventassero per i nostri associati motivo di orgoglio e fiducia. Ci ha spinto la volontà di costruire un sano progetto comune che veda la nostra regione protagonista e con essa le piccole e medie imprese che del suo tessuto produttivo sono la principale espressione".
Il prossimo 25 ottobre alle ore 11.30, presso la sede dell'Associazione, i vertici illustreranno in conferenza stampa le ragioni dell'uscita da Confapi, il progetto di costituzione di un innovativo sistema nazionale di rappresentanza datoriale e le priorità che guideranno l'azione dell'Associazione piccole e medie imprese dell'Umbria a supporto delle Pmi. Interverranno: Gabriele Chiocci, leader nazionale del gruppo di imprenditori detto di "Santa Chiara" e Mario Brustenga, presidente Associazione piccole e medie imprese dell'Umbria, con una delegazione di imprenditori di Perugia e Terni.